News

Progetto Agnes

08/04/2021

È stato approvato l’innovativo progetto Agnes in Mare Adriatico. Ravenna diventerà “la città della transizione energetica”; nascerà infatti un distretto energetico al largo delle sue coste. Addirittura potrà essere accessibile ai turisti, si pensa infatti di organizzare visite guidate per vedere le 65 torri eoliche e il parco fotovoltaico. Il complesso avrà una capacità installata di 620 megawatt (MW) e una produzione annua di elettricità pulita stimata in 1,5 TWh: l’equivalente del fabbisogno di 500 mila famiglie. Parte dell’energià servirà a decarbonizzare il Porto di Ravenna; parte a produrre l’idrogeno verde tramite elettrolizzatori.

Secondo alcune fonti autorevoli, il progetto Agnes (che prevede aree a minimo impatto visivo), potrebbe già partire nel 2023, facendo diventare la Romagna la dimora della nuova “Hydrogen Valley”. L’energia ricavata dal fotovoltaico e dell’eolico dovrebbe consentire infatti di produrre almeno 4.000 tonnellate annue di idrogeno verde, ricavato dall’acqua tramite elettrolisi. Un progetto innovativo verso una conversione green di portata colossale, promosso da Saipem, società impiantistica del gruppo Eni, e la società di engineering e impiantistica green Qint’x, in collaborazione con l’Università di Bologna e l’Università La Sapienza di Roma. Con la benedizione del Comune di Ravenna e di Legabiente.

L’industria offshore, producendo una grande quantità di energia pulita, diventa un elemento fondamentale nella transizione alle rinnovabili, al fine di limitare l’aumento della temperatura globale arginando così i danni del cambiamento climatico.

Progetto Agnes